open daySabato 19 gennaio 2019, dalle ore 16.00 alle ore 20.00, il Liceo Classico “Tommaso Campanella” aprirà le sue porte alle famiglie e agli allievi delle scuole secondarie di primo grado della città e della provincia che vogliano visitarne gli spazi e ricevere informazioni sull’offerta formativa e sui vari percorsi di studio, che si arricchiscono sempre più di nuove e interessanti proposte.

Attraverso un'offerta formativa po­tenziata strategicamente il Liceo risponde alle esigenze formative delle giovani generazioni e garantisce un ap­proccio di tipo sperimentale e laboratoriale allo studio delle discipline affinché gli studenti possano acquisire gli strumenti per un confronto davvero vincente con le sfide del mondo contempora­neo.

Al corso di Ordinamento e ai piani di studio esistenti con potenziamento delle discipline di ambito matematico, economico-giuridico, medico-scientifico, musicale e linguistico, quest’anno si è aggiunto un nuovo indirizzo “ Coding e strategie della comunicazione” che prevede l’applicazione del linguaggio di programmazione informatica e del pensiero computazionale allo studio delle discipline curriculari per favorire lo sviluppo del pensiero logico-creativo.

Sabato 19 gennaio p.v. alle ore 10.30, nell’Aula Magna del Liceo, nell’ambito di una iniziativa educativa promossa dall’Associazione Culturale Bene Sociale Biesse, Aldo Mantineo, caposervizio della Gazzetta del Sud di Reggio Calabria, incontrerà gli allievi del Liceo che assisteranno alla visione di un cortometraggio dal titolo “Zagara e cemento” ispirato all’omonimo romanzo scritto dal giornalista.

Notte Nazionale 2019Fervono gli ultimi preparativi al Liceo Classico Tommaso Campanella per quella che si preannuncia una serata ricca di emozioni. Dopo il successo delle edizioni precedenti, la scuola partecipa anche quest’anno alla Notte Nazionale del Liceo Classico, uno degli eventi più innovativi nella scuola degli ultimi anni, già arrivata alla sua quinta edizione. Sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, quest’anno si celebrerà venerdì 11 gennaio 2019 dalle ore 18:00 alle ore 24:00 in 433 Licei classici su tutto il territorio nazionale. Dirigente e docenti apriranno le porte del Liceo Campanella alla cittadinanza per un’occasione di condivisione e di divulgazione della bellezza e dell’attualità degli studi classici. Il curriculo del classico è pieno di vitalità, è popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti, con straordinarie abilità e competenze e si conferma il fiore all’occhiello del sistema scolastico italiano. Gli studenti, guidati dai docenti, si esibiranno in una svariata serie di performance teatrali e musicali e numerosi saranno i momenti culturali che vedranno ospiti di prestigio alternarsi nell’Aula Magna del Liceo. Dopo i saluti istituzionali della Dirigente Maria Rosaria Rao, la consegna dei diplomi agli ex allievi del Liceo e l’intitolazione del Laboratorio di chimica al Prof. Giacomo D’Africa, in Aula magna ci saranno le esibizioni concertistiche degli alunni delle scuole secondarie di I grado: Bevacqua, Spanò Bolani e Vittorino Da Feltre.

Tra le diverse attività proposte dagli allievi durante i giorni dello Studente, grande risalto e fortuna ha avuto il Corso di Difesa Personale tenuto nelle aule del Liceo dal Maestro Francesco Cuzzocrea, docente ministeriale di difesa Personale per gli agenti della Polizia di Stato.

Gli allievi che hanno seguito il corso sono stati straordinariamente colpiti dalle tecniche usate per la difesa personale, semplici ma molto efficaci, facilmente applicabili anche da coloro che non hanno esperienze marziali o sportive. Quanto appreso dagli allievi, come sottolineato dal Maestro, non è legato a uno stile o a una scuola, ma a un "sistema" per imparare la difesa personale, per conoscere il quale basta essere persone comuni motivate dal desiderio di prevenzione.

Di seguito il link al video:

https://www.youtube.com/watch?v=jQ19d5vYf4o&feature=youtu.be

Giovedì 13 dicembre alle ore 10.45 nell’Aula Magna del Liceo Classico “T. Campanella”, il giornalista e saggista Paolo Mieli incontrerà gli allievi e presenterà loro il suo ultimo saggio “Lampi sulla storia. Intrecci tra passato e presente”.

Porgerà i saluti il Dirigente Scolastico Maria Rosaria Rao e introdurrà l’incontro il Prof. Giovanni Mollica, docente di Storia e Filosofia del Liceo.

Paolo Mieli, giornalista e storico, negli anni Settanta allievo di Renzo De Felice e Rosario Romeo, è stato giornalista all’“Espresso”, poi a “Repubblica” e alla “Stampa”, di cui è stato anche direttore. Dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009 ha diretto il “Corriere della Sera”. Apprezzato anche come conduttore del programma “ La Grande Storia, dal 2017 conduce la rubrica quotidiana Passato e presente.

Nel suo libro, Mieli sostiene che “la storia richiede un grande esercizio di sottigliezza fra ragione critica e verifica documentaria. È un esercizio complicato quello di tenere fermo il giudizio sul passato, anzi di renderlo ogni giorno più denso di valori e, a un tempo, di imparare a rispettare il passato stesso in tutta la sua complessità. E c’è una sola strada per raggiungere questo obiettivo: consegnare la storia agli storici, cioè a coloro che sono interessati esclusivamente ad analizzarne le dinamiche e a scriverne nuove pagine”.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Privacy    URP    Note legali    Elenco Siti tematicContatti  Admin