È, inoltre, da menzionare il secondo gradino del podio in un torneo interregionale tenutosi a Taranto.

Decisi poi di abbandonare il judo per dedicarmi alla lotta greco-romana e libera. Così entrai a far parte del Gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco e grazie all’apporto del mio allenatore, Mimmo Spanò, sono riuscito ad affermarmi a livello nazionale, seppur con soli tre anni di pratica. Infatti, nel Campionato italiano cadetti tenutosi ad Ostia nel 2012, alla mia prima gara mi piazzai in quinta posizione. L’anno seguente arrivai secondo. Partecipando alla Coppa Italia di stile libero e greco-romano, collezionai tre primi posti e due secondi posti in cinque gare. Oltre a questi tornei presi parte a due Campionati italiani juniores, ai quali partecipano atleti dai 18 ai 22 anni, sfiorando il bronzo tutte e due le volte. Grazie a questi risultati sono riuscito ad entrare nella ristretta cerchia di atleti di interesse nazionale e, di conseguenza, ad essere prossimo ad una convocazione per la nazionale italiana di lotta».

Malavenda 1  Malavenda 2

Malavenda 3        Malavenda 4

Natale-Malavenda-articolo  Malavenda-GAZZETTA-DEL-SUD  30.4.13