Bicentenario delLiceo

Sabato 6 Aprile - Aula Magna ore 10.30  in collaborazione con il Planetario Pythagoras

"Campanella tra magia e scienza"

Massimo CapaccioliAstrofisico - Ordinario di Astronomia presso l’Università di Napoli “Federico II”.
  Si laurea in Fisica all'Università di Padova, è Astronomo Ordinario presso l'Osservatorio astronomico di Padova nel 1986, dopo aver tenuto la cattedra di Meccanica celeste per 10 anni. È Ordinario di Astronomia prima all'Università di Padova, poi (dal 1995) all'Università di Napoli “Federico II”.
Già direttore dell'Osservatorio Astronomico di Capodimonte dal 1993 al 2005, è Presidente della Società Astronomica Italiana per un decennio e Presidente generale della Società Nazionale di Scienze Lettere e Arti in Napoli.    Si occupa principalmente di struttura, dinamica ed evoluzione dei sistemi stellari, di scala delle distanze cosmiche, di cosmologia osservativa, di storia della scienza ed epistemologia. I risultati più significativi delle sue ricerche riguardano la natura delle galassie ellittiche e l'abbondanza cosmica della materia oscura.
  Come direttore dell’Osservatorio astronomico di Capodimonte (Napoli, ne promuove il rilancio scientifico. Realizza la Stazione Osservativa al Toppo di Castelgrande (PZ), primo e unico Osservatorio professionale nel Mezzogiorno continentale. In sinergia con l’European Southern Observatory (ESO - Osservatorio Europeo Australe), ha ideato e gestito la realizzazione del telescopio a grande campo denominato VST, il maggiore della sua classe nel mondo, operativo sul Cerro Paranal, in Cile.
Come Presidente generale della Società Nazionale di scienze, lettere e arti in Napoli, ha rilanciato l’antica Accademia promuovendo programmi culturali e un radicale restauro dell’antica e nobile sede e della sua pregevole biblioteca. Ha tenuto corsi universitari a Padova, Trieste, Napoli, Austin (Texas).
È co-ideatore e curatore della collana di testi universitari “Napoli Series on Physics and Astrophysics” della casa editrice Bibliopolis    e autore di articoli sulla stampa quotidiana locale e nazionale e di testi di divulgazione scientifica, ideatore ed organizzatore di iniziative di diffusione della cultura astronomica e scientifica presso il grande pubblico. Ha collaborato con Il Messaggero e Il Corriere del Mezzogiorno, ed è pubblicista dal 2005.
  Ha sempre rivolto una particolare attenzione alla divulgazione della scienza, anche in ambito mediterraneo, promuovendo tra l’altro, quand’era presidente della Società Astronomica Italiana, la pubblicazione di un periodico scientifico in lingua araba (versione araba del Giornale di Astronomia della SAIt). È consulente della RAI per i programmi di scienze della rete Educational, socio ordinario dell’Accademia di scienze fisiche e matematiche di Napoli, dell’Accademia Pontaniana di Napoli, socio corrispondente dell’Istituto Veneto di scienze, lettere e arti di Venezia, socio emerito della Società Astronomica Italiana e socio dell’International Astronomical Union e membro onorario dell’UGAI (Unione giornalisti aerospaziali italiani). È membro del Consiglio di amministrazione dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).
Ha ricevuto diverse onorificenze tra cui, nel 2005, quella di Commendatore della Repubblica Italiana per meriti accademici. Nel 2010 l’Università di Mosca gli ha conferito il titolo di Professore onorario.
 

Manifesto pdf