Locandina-Incontro-CannataBicentenario del Liceo


PREMIAZIONE Certamen Nazionale di Poesia Greca -II ed.

lunedì 29 aprile – Aula Magna ore 10:30

Maria Cannatà (Ordinario di Lingua e Letteratura greca - Univ. Messina)

L'emarginazione e il ritorno glorioso: Filottete e Efesto

 
Consegna Borse di Studio "Giacomo D'Africa"- "Gianfrancesco Sammarco"- "Ex-Allievi Liceo Classico T.Campanella"
 

Maria Cannatà, Ordinario di Lingua e Letteratura greca presso l'Università di Messina. Membro del Comitato scientifico della rivista Poiesis, ha coordinato due ricerche nazionali finanziate dal MIUR: partecipavano le Università di Perugia e Pisa, Scuola Normale Superiore, negli anni 1997-1998 (I lirici greci: forme della comunicazione e storia del testo); le Università di Catania e di Perugia negli anni 2000-2001 (Lirica e teatro: i 'classici' greci tra la filologia alessandrina e la ricezione tardoantica); è stata responsabile dell'unità locale del COFIN 2003 (Dalla lirica corale alla poesia drammatica: con le Università di Urbino, Napoli Orientale, Chieti, Lecce, Calabria), 2006 (Poleis e tradizioni locali: con le Università di Venezia, Urbino, Torino). I suoi interessi principali riguardano la lirica greca, in particolare Pindaro: ha pubblicato un’edizione commentata dei “Threnoi” (Roma, 1990) e curato l’edizione con commento delle “Nemee” (Fondazione Lorenzo Valla). A partire dallo studio su Il Pindaro di Plutarco (Messina, 1992), ha seguito le tracce di poesia antica nella prosa e nella poesia di età imperiale, affrontando anche problemi di pseudoepigrafia (a proposito di Plutarco e di Luciano).

Si è occupata inoltre di poesia drammatica (Eschilo, Euripide, Menandro). Ha curato due volumi di studi in onore di G.A. Privitera (Poesia e religione in Grecia, Napoli 2000), gli Atti del Convegno internazionale I lirici greci: forme della comunicazione s storia del testo (Messina 2001). Con G.B. D'Alessio ha fondato la collana 'Orione'.
Ha tenuto conferenze, seminari, e partecipato a numerosi Convegni in Università italiane e straniere (Belgio, Inghilterra, Spagna).