Locandina-Gerardo-Marotta Bicentenario del Liceo


19 novembre  Aula Magna Ore 10:00

Incontro

con l'avv. Gerardo MAROTTA

Nell’ambito degli eventi celebrativi per il Bicentenario del Liceo ed in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, il giorno 19 novembre 2013, alle ore 10, nell’Aula Magna del Liceo, l’Avv. Gerardo Marotta, Presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, terrà una conversazione con gli studenti. L’iniziativa è parte di un progetto che vede la nostra scuola capofila e che coinvolge, oltre all’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, anche il Liceo “B.Telesio” di Cosenza e il Liceo “P.Galluppi” di Catanzaro.

Dopo il saluto del Prof.Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria, introdurrà il Dirigente Scolastico del Liceo, Maria Rosaria Rao. Interverranno, quindi, il Prof. Giuseppe Gembillo, Ordinario di Storia della Filosofia, presso l’Università degli Studi di Messina e il regista Dott.Marcello Sannino, del quale sarà proiettato il film-documentario “La seconda natura”.

pdf 

Programma eventi

marottaGerardo Marotta (Napoli, 1927) Medaglia d’oro per i Benemeriti della cultura; Diploma d’onore del Parlamento Europeo per l’opera svolta in favore della cultura europea (1994) ; Medaglia Pietro il Grande del Presidium dell’Accademia Russa delle Scienze Naturali; Cavaliere della Légion d’Honneur della Repubblica Francese (2003) ; Membro onorario dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze (2010). Laurea honoris causa in Filosofia dell’Università di Bielefeld (1988), dell’Erasmus Universiteit di Rotterdam (1988), dell’Università di Paris III Sorbonne-Nouvelle (1996), dell’Università di Bucarest 2000) e dell’Università di Pavia(2000); Laurea honoris causa in Pedagogia dell’Università di Urbino (1992); Laurea honoris causa in Architettura della Seconda Università degli Studi di Napoli(1997). Premio Capo Circeo della Vereinigung für Deutsch-Italienische Freundschaft (1997) — Premio Artigiani della Pace Torino (1997) — Premio Mecenate dell’Associazione Amici della Scala di Milano (1999) — Premio Napoletani Illustri della Fondazione Premio Napoli (1994) — Premio internazionale “Napoli città solidale” (1999) ; Premio Die Goethe-Medaille (2001).
All’Università di Napoli compie i suoi studi di Giurisprudenza e consegue la laurea con lode discutendo una tesi di filosofia del diritto sul tema La concezione dello Stato nel pensiero della filosofia classica tedesca e nella sinistra hegeliana. Ha sempre coltivato, accanto allo studio del diritto, un vivo e profondo interesse per la filosofia, la storia, la letteratura e tutte le espressioni dell’arte. È tra i giovani studiosi che si raccolgono attorno all’Istituto Italiano per gli Studi Storici fondato da Benedetto Croce e al Gruppo di Studi “Antonio Gramsci”. Fonda e dirige l’Associazione “Cultura Nuova”(1946-1953), promuove e cura l’organizzazione di conferenze, seminari e dibattiti filosofici e letterari, con la partecipazione delle maggiori personalità della cultura italiana: giuristi e scienziati, artisti, letterati, filosofi, storici, da Antonio Banfi a Aldo Capitini, Natalino Sapegno, Vasco Pratolini, Domenico Rea, Massimo Mila. Agli inizi degli anni Cinquanta realizza con la collaborazione di studenti, ricercatori e assistenti universitari seminari e gruppi di studi in varie facoltà tra cui il Seminario di Studi Giuridici inaugurato da Vezio Crisafulli, il Seminario di Studi Biologici inaugurato da Giuseppe Montalenti, il Seminario di Architettura inaugurato da Luigi Piccinato, il Seminario di Studi Storici “Gruppo di Studi Antonio Gramsci” diretto da Guido Piegari, Nino Cortese, Domenico De Marco e Giuseppe Palomba. Il 27 maggio 1975 Gerardo Marotta, Enrico Cerulli, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Elena Croce, Pietro Piovani e Giovanni Pugliese Carratelli fondano nella sede dell’Accademia Nazionale dei Lincei l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Gerardo Marotta è nominato Presidente a vita nell’atto di costituzione. Mette a disposizione tutte le sue personali risorse di libero professionista facendo tesoro dell’esperienza maturata negli anni dell’Associazione “Cultura Nuova” e dei seminari universitari per dar vita all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e riesce a dotarlo di una importante biblioteca di oltre centomila volumi, raccolti in più di trent’anni di appassionata e instancabile ricerca e dedizione alla cultura. Superando enormi difficoltà pratiche, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, in quasi quarant’anni di impegno febbrile, si è imposto all’attenzione del mondo, diventando sede di manifestazioni culturali e di iniziative di studio e ricerca fra le più prestigiose d’Europa e punto di riferimento permanente per la cultura internazionale. Il 31 maggio 1980 Gerardo Marotta fonda la Scuola di Studi Superiori in Napoli e nel 1981 la rivista Nouvelles de la République des Lettres (tra i promotori L.Firpo, E. Garin, P. O. Kristeller). Gli intensi rapporti di collaborazione scientifica con le Università di Padova, di Torino, di Genova, di Urbino, con l’Accademia Nazionale dei Lincei, con l’Istituto Nazionale del Rinascimento, l’Accademia delle Scienze di Torino e, sul piano internazionale, con l’Ecole Pratique des Hautes Etudes di Parigi, con il Warburg Institute di Londra, con il CERN di Ginevra, con l’Università di Warwick, con le Università di Amburgo, di Tubinga, della Sorbona, di Berlino, di Vienna, di Valladolid, con l’Istituto Laudau di Mosca e con diecine di altre istituzioni straniere, hanno conferito all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici un grandissimo prestigio internazionale che ha avuto il suo crisma il 22 giugno 1993 in una seduta del Parlamento europeo dove una delegazione dell’Istituto, composta da filosofi e scienziati provenienti da tutto il mondo ha presentato un appello per la filosofia e un appello per la ricerca umanistica che il Parlamento europeo ha fatto propri.

pdfAppello per la Ricerca Umanistica - Appello per la FIlosofia.pdf