mqdefault

Chiara Giordano, allieva del Liceo Classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria, frequentante la classe 5^G, già prima classificata nella Gara regionale per la Calabria della X Edizione 2021/2022 delle  Olimpiadi di lingue e civiltà classiche per la sezione di Lingua e civiltà greca, ha partecipato alla   Finale   Nazionale   della   stessa   competizione   ed   ha   conseguito   una   brillante   affermazione, risultando classificata al terzo posto per la stessa sezione di gara di Lingua e civiltà greca con un lusinghiero giudizio sul suo elaborato da parte della commissione esaminatrice: ”La candidata ha redatto un elaborato che si segnala per l’espressione chiara e lineare senza appesantimenti retorici e per una struttura logica limpida e coerente. Lo svolgimento è aderente alla traccia e rivela una buona competenza a livello di contenuti con rilievi sempre pertinenti. Da sottolineare il carattere semplice e sorvegliato dell’esposizione che la rende particolarmente efficace.”

Chiara ha ricevuto il premio nel corso della cerimonia svoltasi a Roma il 13 maggio presso la Sala Spadolini del Ministero della Cultura e trasmessa in diretta streaming nel canale Youtube del Ministero dell’Istruzione.

Le prove sono state valutate da una commissione nazionale composta da docenti e studiosi, tra cui la Professoressa Cinzia Bearzot dell’Università Cattolica di Milano, il Professor Renzo Tosi dell’Università di Bologna, la ricercatrice Evita Calabrese dell’Università di Verona, il Professore Paolo De Paolis dell’Università di Verona e la Professoressa Carla Guetti del Ministero dell’Istruzione.

Le Olimpiadi di Lingue e civiltà classiche, promosse ogni anno dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione, sono gare individuali rivolte agli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado, statale e paritaria, al fine di promuovere, incoraggiare e sostenere le potenzialità didattiche e formative delle lingue e delle civiltà classiche.

Alle Olimpiadi quest'anno hanno partecipato studentesse e studenti di 260 scuole provenienti da tutte le regioni italiane. Oltre un migliaio i giovani, con un'adesione delle ragazze doppia rispetto a quella dei loro compagni.

Quest’anno per la prova finale, studentesse e studenti si sono cimentati nell’elaborazione di un testo argomentativo-espositivo di interpretazione, analisi e commento di testimonianze della lingua e civiltà latina o greco-latina. Due le tracce proposte: una sul tema dell’educazione e l’altra sul tempo. Alle ragazze e ai ragazzi è stato chiesto di mettere in relazione le diverse concezioni che emergono dai testi di Orazio, Tacito, Quintiliano, Giovenale, Seneca o Lucrezio con autori più moderni. Nelle tracce, sono state proposte anche alcune opere di Antonio Canova, in ricordo dei duecento anni dalla sua scomparsa.

Nell’augurare un luminoso futuro a Chiara la comunità scolastica del Liceo Campanella continua – con impegno e umiltà – a scommettere sui talenti dei propri studenti nella consapevolezza del valore di una formazione solida e ricca di stimoli che faccia volare verso l’alto i sogni di ogni ragazzo.

 

 Olimpiadi di greco (1)  Olimpiadi di greco (3)  Olimpiadi_di_greco_2.jpg

   Olimpiadi di greco

Il video della premiazione

 

 

(comunicato stampa)

cover giornate di valorizzazione patrimonio culturale ecclesiasticoDal 15 al 22 maggio si celebrano in Italia le Giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico aventi quest’anno per tema #visionidicomunità.

Il Museo Diocesano di Reggio Calabria partecipa all’iniziativa nazionale presentando nell’occasione gli esiti di un PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) condiviso nel corrente anno scolastico con il Liceo Classico “Tommaso Campanella”, ai sensi di apposita Convenzione tra la Scuola e l’Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova.

Il Progetto di Alternanza Scuola/Lavoro ideato e proposto dal Museo diocesano declina una particolare ‘visione di comunità’, fondata sul recupero della memoria di arte e storia del territorio, a partire dall’indagine delle fonti per giungere alla promozione di una fruizione condivisa e allargata del patrimonio.

Quale migliore e più lungimirante #visionedicomunità se non quella che sollecita le nuove generazioni ad essere protagoniste e artefici di un fattivo dialogo con le istituzioni culturali cittadine, al servizio della collettività, quale espressione di cittadinanza attiva?

Lunedì 16 maggio alle 10.30 nell’Aula Magna del Liceo Campanella sarà illustrato il PCTO Chiese aperte: l’arte racconta che il Museo diocesano ha condiviso con gli studenti della classe IV D (Sezione Cambridge). I ragazzi hanno realizzato l’audioguida multimediale e interattiva della Basilica Cattedrale di Reggio Calabria, pubblicandola su piattaforma digitale gratuita Izi TRAVEl (cfr. https://izi.travel/it/app).

Interverranno Maria Rosaria Rao, Preside del Liceo, mons. Fortunato Morrone, Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, e mons. Demetrio Sarica, Parroco della Basilica Cattedrale.

Il Progetto sarà illustrato da Lucia Lojacono, Direttrice del Museo diocesano, da Elisa Bonacini, esperta di storytelling digitale dei beni culturali, dai docenti Paola Messineo (Storia dell’arte) e Monika Mojtova (Inglese) e dagli studenti della classe IV D.

La realizzazione dell’audioguida bilingue della Cattedrale di Reggio Calabria attesta la capacità dei ragazzi coinvolti, opportunamente guidati da tutor ed esperti, di coniugare la ricerca storico-artistica con l’utilizzo di tecniche e linguaggi multimediali al passo coi tempi.

 

lex goLunedì 16 maggio p.v., gli studenti della 5^F del Liceo Campanella, classe con potenziamento economico-giuridico, assisteranno, presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria, ad un’udienza, guidati dalla dottoressa Caterina Asciutto, magistrato presso la stessa Corte d'Appello e referente territoriale alla legalità dell'Associazione Nazionale Magistrati.

La presenza degli allievi alla sessione giudiziaria, seppur da spettatori, rappresenta il momento conclusivo del progetto "Lex go" -  Educare e formare alla legalità e ai valori della giustizia allo scopo di promuovere il pieno sviluppo della persona e i diritti di cittadinanza -  promosso dall' Associazione Nazionale Magistrati e dal Ministero dell'Istruzione, al quale i ragazzi hanno aderito con entusiasmo partecipando agli incontri di formazione propedeutici alla realizzazione di un elaborato video sulle tematiche proposte.

 

DiGiESNei giorni scorsi alcuni allievi delle quinte classi del Liceo hanno completato il corso di Diritto, Letteratura e Cinema, realizzato in collaborazione con il DiGiEs dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Il progetto, che è diventato un atteso appuntamento annuale per gli alunni del Campanella, ha come obiettivo principale quello di fornire l’occasione di sperimentare l’approccio di diritto e letteratura e di affinare la sensibilità tecnica necessaria al giurista non solo come capacità di comprensione ma anche per l’acquisizione di un metodo per lo studio giuridico.

Il Corso, che si è svolto settimanalmente dal 17 febbraio al 5 maggio u.s. ed è stato tenuto dal prof. Daniele M. Cananzi, docente di Filosofia del diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza, quest’anno aveva come titolo “La comunità tecnologica tra identità e inclusione. Società, accesso, rischio (alla luce della pandemia)”.

Il tema affrontato durante le lezioni è stato quello della comunità tecnologica, della quale si è tentato di approfondire alcuni aspetti particolari legati all’inclusione e all’identità attraverso gli elementi della società, dell’accesso e del rischio; ambiti, questi, che consentono di discutere alcune delle principali qualificazioni giuridiche che sono necessarie per la comprensione del diritto contemporaneo. L’argomento, riletto anche alla luce della recente pandemia, ha assunto un nuovo significato e nuove possibilità di interpretazione.

Dopo il recente successo a Perugia di Raffaello Pio Marino, alunno del Liceo classico Tommaso Campanella, che farà parte della squadra nazionale chiamata a gareggiare alle Olimpiadi Internazionali di astronomia, il Liceo Campanella si prepara ad ospitare 27 ragazzi e i loro docenti provenienti dalle scuole secondarie di primo grado di tutta Italia. Reggio Calabria infatti sarà sede delle Finali Nazionali delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2022 categoria Junior 1, l’appuntamento annuale bandito dal Ministero dell’Istruzione e realizzato dalla SAIt (Società Astronomica Italiana) in collaborazione con l’INAF, giunto quest’anno alla XX edizione. I partecipanti sosterranno la prova il 4 maggio presso il Liceo classico Tommaso Campanella e saranno coinvolti in una ricca serie di eventi  che inizieranno  il 3 maggio con la cerimonia di benevenuto presso il Circolo Tennis “Rocco Polimeni”.

A porgere i saluti istituzionali e a presentare i finalisti e la giuria saranno Carmelo Versace-Sindaco ff della città metropolitana, Anna Brancaccio, Referente del MIUR per le Olimpiadi Italiane di Astronomia, Filippo Quartuccio, delegato alla cultura della città, Maria Rosaria Rao, Dirigente scolastico del Liceo Tommaso Campanella e Giuseppe Cutispoto, Coordinatore nazionale delle Olimpiadi Italiane di Astronomia. Durante la cerimonia Angela Misiano, Responsabile Scientifico del Planetario metropolitano, premierà i vincitori del  Premio Schiaparelli. Il Concorso, nato nel 2010 in occasione delle celebrazioni per il centenario della scomparsa di Giovanni Virginio Schiaparelli, è parte integrante della “Settimana nazionale dell’Astronomia”

Contributo prezioso alla cerimonia sarà dato dall'intervento di Daniele Castrizio con la lectio magistralis “L'Astronomia greca nelle monete antiche” e dall'intermezzo musicale “Il cielo sullo Stretto tra mito e storia” a cura di Fulvio Cama.

Il 4 maggio presso il Liceo Tommaso Campanella si svolgerà la prova nazionale per i ragazzi e si terrà il Corso di formazione per i docenti “Le Olimpiadi Italiane di Astronomia e le Scienze della Terra” a conclusione dei quali gli ospiti visiteranno il Museo Archeologico Nazionale della Magna Grecia.

La cerimonia di premiazione si svolgerà giovedì 5 maggio nella Sala Conferenze di Palazzo Alvaro alla presenza di Carmelo Versace-Sindaco ff della città, Roberto Occhiuto, Presidente Giunta Regione Calabria,  Anna Brancaccio, Giuseppina Princi, Assessore Pubblica Istruzione e Cultura Regione Calabria, Roberto Buonanno, Presidente della società Astronomica Italiana. 

 

costituzioneA conclusione del Progetto “Un percorso di legalità attraverso i principi costituzionali”, organizzato dalla Camera Penale di Reggio Calabria di concerto con il Ministero dell’Istruzione, gli studenti della 4F e della 5F, classi con potenziamento giuridico-economico, si recheranno domani 3 maggio presso l’aula bunker del Tribunale di Reggio Calabria per assistere ad una udienza penale.

Nei quattro incontri in cui si è articolato, il Progetto ha dato particolare risalto al ruolo dell’avvocato difensore, quale baluardo per la difesa dei diritti di libertà, coinvolgendo con entusiasmo gli studenti nella trattazione dei principi di legalità, di non colpevolezza, del giusto processo, contenuti nella nostra Carta Costituzionale, e non tralasciando di sottolineare la finalità rieducativa della pena.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Link Utili   Contatti   Admin